Monday, June 1, 2009

Giugno

Ed è arrivato giugno. La prima metà del 2009 è passata. Io, Milla e Gaia abbiamo già passato i nostri compleanni. Leo e Seba faranno gli anni fra 16 giorni. Fra poco più di un mese io e papàF festeggeremo 11 anni di matrimonio e poco dopo lui farà gli anni. Speriamo di festeggiare anche la vendita della casa già che ci siamo ...

Ma torniamo ad oggi, giornata piovosa, o meglio burrascosa. Gaia e Seba sono voluti andare dalla nonna e mi sono mancati da morire. La casa con solo due bimbi mi sembra vuota. E' vero litigano la metà e c'è la metà da fare, ma che noia però, e che mal di cuore pensarli lontani da me. Sono proprio una chioccia al 100% ed orgogliosa di esserlo, li amo e voglio proteggerli e guidarli fino a che non diventeranno grandi e forti abbastanza da 'prendere il volo'. Non ci credo mica nel 'buttali nella mischia e falli abituare', non ci credo e trovo che ci rubi, come genitori, gran parte di quel senso di tenerezza e protezione che i cuccioli ci danno. Io non sono una allenatrice. Nè una istruttrice. Io sono una madre, mi è stato fatto il grande dono di avere dei figli da amare e voglio approfittarne al massimo, delle teorie non mi importa nulla.

Comunque oggi ho passato praticamente tutto il giorno a cucire le cose più disparate per due pupazzetti di Milla e Leo, e sono anche riuscita a finire due vestiti per Gaia ...







Ecco come abbiamo passato buona parte della mattina e del pomeriggio, ho fatto 2 cappellucci\elmetti con tanto di luce sopra, maschera per l'ossigeno e per gli occhi ( da quello che ho capito coniglietto e paperella oggi erano minatori ) e bombola per l'ossigeno ( a onor del vero anche loro hanno cucito e tagliato alcune cose, sono stati molto bravi e partecipi ) a cui poi si sono aggiunti due grembiulini perchè quando non lavorano in miniera, i due piccoletti aiutano i genitori (Milla e Leo appunto ) nella cucina del loro ristorante.


Non contenta di quanto avevo cucito per la paperella ed il coniglietto, ho anche finito due vestiti per Gaia, il primo quello rosso, ha il corpetto fatto a punto smock e le bretelline fatte ad uncinetto, mentre il secondo ha il corpetto fatto ai ferri ( rasata\legaccio) rifinito all'uncinetto e la gonna è fatta con la stoffa di una mia vecchia gonna in cotone indiano. A questo ho anche aggiunto la riparazione di un paio di pantaloni di Seba e la confezione di 3 elastici per capelli ed di uno snood per me.

Voglio concludere con una foto di Gaia il giorno del saggio di flauto ( si un altro saggio, e non è finita, ne manca uno di Leo e Seba ed un altro di Milla ... pensionatemi siamo ostaggio della scuola, ma quando finisce ? Homeschooling arrivoooooooooooooooo )

(28\05\2009)

Buona vita a tutti !

5 comments:

MAQ said...

ma tu dove-come hai imparato a cucire? hai fatto qualche corso o ti hanno insegnato in famiglia? io sono la nipote degenere di un'ottima sarta, da cui non ho avuto il buon senso di imparare nulla e ora me ne pento (troppo tardi).

MamaF said...

Io sono autodidatta al 100%. Pensa che anche mia nonna era una braissima sarta, io non me ne sono mai interessata ( non era 'fico' da adolescente passare il tempo a cucire con la nonna ... ) poi sei anni fa circa mi sono fatta regalare una macchina da cucire ed ho cominciato a fare cosine semplici. Con i cartamodelli mi cimento solo da pochi mesi, ma vedo che piano piano anche i vestiti migliorano. Per quanto rigurda le cuciture a mano sicuramente aiuta il fatto che invece sono stata per anni un'avida ricamatrice, soprattutto punto croce, ma anche altro. Prova, non è mai tropp tardi e da tantissima soddisfazione :)

Sybille said...

Ciao Flavia, ho letto il tuo commento sul mio blog. Se posso darti un consiglio (non vorrei sembrare invadente), per il homeschooling ti consiglierei di farti dare dalla direzione scolastica il programma ufficiale e poi decidere, magari insieme ai bambini, su quali contenuti vorreste lavorare nei prossimi mesi. Poi prepari materiale, cerchi libri sulla tematica, film, occasioni di musei e mostre eccetera ed ecco che hai pronto un bel progettone che include molte materie. Vedrai che su tantissime cose i bambini possono lavorare insieme nonostante la differenza d'etá (lo vedo dai miei che hanno 3 anni di differenza), ogni bambino "assorbe" ció che gli serve e ció che é capace di capire a quell'etá.
Inoltre consiglierei di partire subito e non aspettare settembre. Homeschooling é un pezzo di vita quotidiana e non ci sono veri giorni di scuola. Almeno io la vedo cosí :)
Ovviamente si puó anche impostare in un'altro modo, in mille modi! Anch'io sono sempre in cerca di ispirazione su altri blog :)
un'abbraccio,
Sybille

MamaF said...

Non sei assolutamente invadente, anzi ! Grazie per i consigli ne faccio tesoro, mi piace molto come lavori con i tuoi ragazzi, spero di riuscire a creare un ambiente altrettanto stimolante per i miei piccoli :)

MAQ said...

caspita, complimenti! allora c'è speranza anche per me...
ciao ciao